NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Cookies policy

Accesso Utenti

Top Panel
Mercoledì, 22 Novembre 2017

La straordinaria condizione di siccità di questa estate ha portato con sé diversi aspetti, alcuni dei quali mai osservati in precedenza. E’ il ...
Leggi tutto
Da pochi giorni si è concluso il quinto stage di speleologia e chi meglio dei giovani allievi poteva descrivere meglio l'esperienza? Ecco di seguito ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
...Alessandro Gogna ha vissuto lo spirito e la pratica di entrambi questi momenti: <da che mondo è mondo ci sono stati tempi nuovi e sempre ci ...
Leggi tutto
Ero ancora in mezzo al mare per lavoro quando Gigi mi chiamò per questo nuova avventura. Croazia, la terra dei Balcani dove tra bianche spiagge ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
Cosa fare in caso di incidente in grotta, montagna, o in un semplice sentiero? Come aiutare un amico in difficoltà in attesa dell’arrivo dei ...
Leggi tutto
Lo scorso autunno una nutrita squadra di speleo si recò al Bombassei per il suo disarmo, per portare fuori i chilometri di corde che senza ...
Leggi tutto
Domenica 3 Luglio 2016 - Continuano le risalite al MilazzoRisalita al femminile la scorsa domenica all'abisso Franco Milazzo. Durante una veloce ...
Leggi tutto
Speleo Attitude alla fortezza "Firmafede" di Sarzana   23 – 24 aprile 2016. È il terzo anno che il GSLunense ha partecipato al raduno delle ...
Leggi tutto
Prev Next

Bilancio Idrologico - Infiltrazione

  • Categoria principale: ROOT
  • Pubblicato: Giovedì, 15 Ottobre 2009 14:40
  • Visite: 26895
  • 15 Ott

 

Quindi l'infiltrazione efficace può essere definita:

Ie = Ip * c.i.p.

dove Ip rappresenta l'infiltrazione presunta ovvero:

Ie = (P – E ) * c.i.p.
Questa è la quantità d'acqua che entra nell'unità espressa in mm/anno che in alcuni casi può considerarsi anche la quantità di acqua in uscita dalle sorgenti e quindi dal sistema che per assumere un significato dal punto di vista operativo deve essere trasformata in m3/s.

D(m3/s)= Ie(mm/a) * Area di studio (km2) / 31536 (secondi/a)

Questa non tiene conto degli afflussi idrici indiretti (A) provenienti da altre unità, ipotizzabili in base allo studio degli spartiacque superficiali che sotterranei.


(Spartiacque in un massiccio roccioso permeabile per porosità e isotropo in cui il movimento del fluido è uguale in tutte le direzioni)

 


(Il bacino idrografico, ovvero la parte superficiale di un bacino idrologico delimitato dai rilevi che costituiscono gli spartiacque, corrisponde al bacino idrogeologico, ossia la porzione di bacino idrologico di dominio sotterraneo.)

(In un massiccio carsico permeabile per fessurazione e anisotropo il fluido si muove lungo direzioni preferenziali seguendo le leggi dell'idrodinamica) 


(Il complesso reticolo di drenaggio sotterraneo portano le acque dalle zone di percolazione e di ruscellamento in regime vadoso fino alla zona satura ed infine alle emergenze.)

Importanti informazioni sulle caratteristiche della rete di drenaggio in zona satura, i rapporti di scambio tra domini idrologici, l'acqua immagazzinata nelle fratture della roccia infine l'individuazione di sorgenti emissarie, vengono dalle prove di tracciamento.

In questo caso il deflusso presunto in uscita dal sistema diventerà:

D = Ie + A

D = [(P – E) * c.i.p. ]  + A