NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Cookies policy

Accesso Utenti

Top Panel
Mercoledì, 26 Luglio 2017

Da pochi giorni si è concluso il quinto stage di speleologia e chi meglio dei giovani allievi poteva descrivere meglio l'esperienza? Ecco di seguito ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
...Alessandro Gogna ha vissuto lo spirito e la pratica di entrambi questi momenti: <da che mondo è mondo ci sono stati tempi nuovi e sempre ci ...
Leggi tutto
Ero ancora in mezzo al mare per lavoro quando Gigi mi chiamò per questo nuova avventura. Croazia, la terra dei Balcani dove tra bianche spiagge ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
Cosa fare in caso di incidente in grotta, montagna, o in un semplice sentiero? Come aiutare un amico in difficoltà in attesa dell’arrivo dei ...
Leggi tutto
Lo scorso autunno una nutrita squadra di speleo si recò al Bombassei per il suo disarmo, per portare fuori i chilometri di corde che senza ...
Leggi tutto
Domenica 3 Luglio 2016 - Continuano le risalite al MilazzoRisalita al femminile la scorsa domenica all'abisso Franco Milazzo. Durante una veloce ...
Leggi tutto
Speleo Attitude alla fortezza "Firmafede" di Sarzana   23 – 24 aprile 2016. È il terzo anno che il GSLunense ha partecipato al raduno delle ...
Leggi tutto
L'Alpinismo Giovanile del CAI ospite del centro polifunzionale del Gruppo Speleologico Lunense Sabato 16 e Domenica 17 Aprile gli Accompagnatori, i ...
Leggi tutto
Prev Next

BOMBASSEI DI SOTTO

  • Ultima modifica: Sabato, 30 Luglio 2016 12:25
  • Scritto da GUSANA
  • Visite: 955
  • 29 Lug

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Lo scorso autunno una nutrita squadra di speleo si recò al Bombassei per il suo disarmo, per portare fuori i chilometri di corde che senza discontinuità collegavano il cielo al fondo della grotta.

L'evidenza della precedente punta di ottobre aveva decretato che Bombassei finisse lì, a -535 metri dal suo ingresso, poiché, diversamente da quanto accaduto nelle strettoie precedenti, laddove l'aria faceva comunque sognare una continuazione, indicando in maniera univoca come e dove (seppure con fatica) proseguire, qui l'unica prosecuzione, l' unica via dell'aria sembrava esser un camino stretto troppo stretto, talmente stretto da decretarne l'arresto.Ed invece, proprio quando ormai si era pronti a salutare Bombassei, archiviandola comunque come fenomeno di carismo profondo, il suo alito, infilandosi in una stretta condotta invisibile agli occhi, ne ha mostrato la sua possibile continuazione.A giugno siamo ritornati nella pancia di Bombassei, equipaggiati a modino per allargare lo stretto passaggio.Nonostante la lunga seduta di 8 ore di lavoro ininterrotto non siamo riusciti a passare oltre.È stata necessaria un'altra punta di disostruzione per passare ed entrare nella Bombassei di sotto.Ora la Bombassei di sotto va e cresce illuminata dalle nostre luci: in due sole punte si è approfondita di 300m e arricchita di tanti punti interrogativi. Bomba olè!