NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Cookies policy

Accesso Utenti

Top Panel
Martedì, 26 Settembre 2017

Da pochi giorni si è concluso il quinto stage di speleologia e chi meglio dei giovani allievi poteva descrivere meglio l'esperienza? Ecco di seguito ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
...Alessandro Gogna ha vissuto lo spirito e la pratica di entrambi questi momenti: <da che mondo è mondo ci sono stati tempi nuovi e sempre ci ...
Leggi tutto
Ero ancora in mezzo al mare per lavoro quando Gigi mi chiamò per questo nuova avventura. Croazia, la terra dei Balcani dove tra bianche spiagge ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
Cosa fare in caso di incidente in grotta, montagna, o in un semplice sentiero? Come aiutare un amico in difficoltà in attesa dell’arrivo dei ...
Leggi tutto
Lo scorso autunno una nutrita squadra di speleo si recò al Bombassei per il suo disarmo, per portare fuori i chilometri di corde che senza ...
Leggi tutto
Domenica 3 Luglio 2016 - Continuano le risalite al MilazzoRisalita al femminile la scorsa domenica all'abisso Franco Milazzo. Durante una veloce ...
Leggi tutto
Speleo Attitude alla fortezza "Firmafede" di Sarzana   23 – 24 aprile 2016. È il terzo anno che il GSLunense ha partecipato al raduno delle ...
Leggi tutto
L'Alpinismo Giovanile del CAI ospite del centro polifunzionale del Gruppo Speleologico Lunense Sabato 16 e Domenica 17 Aprile gli Accompagnatori, i ...
Leggi tutto
Prev Next

L'accompagnamento in grotta e montagna

L' accompagnamento

Pericolo e Rischio:
Pericolo: fattore oggettivo, è legato all’ambiente della montagna e dell'attività speleologica.
Rischio: fattore soggettivo, è graduabile in funzione alla preparazione con cui affronto i pericoli della montagna e dell'attività speleologica.
L’andare in montagna presenta dei pericoli.
Chi va in montagna, sa e non può non sapere che si espone a dei rischi .
È un concetto da ricordare agli accompagnati
La montagna o la grotta sicura non c’è . Leggi tutto: L' accompagnamento

Club Alpino Italiano 150 anni di storia

Il Club Alpino Italiano nasce il 23 ottobre 1863 "nel Castello del Valentino, in Torino, all'una pomeridiana", come si legge nel "processo verbale della prima adunanza dei soci".
La vera fondazione risale a qualche mese prima (il 12 agosto 1863) quando Quintino Sella, scienziato e statista biellese, sale al Monviso con tre amici. Sulla montagna che dà vita al Po, in Quintino Sella nasce l'idea di radunare gli alpinisti italiani in un Club come era avvenuto l'anno prima in Gran Bretagna e in Austria, e pochi mesi avanti in Svizzera. Il CAI ebbe sede dapprima a Torino, e poi la sede legale e centrale fu trasferita a Milano in via Enrico Petrella 19, dove si trova tuttora.

Leggi tutto: Club Alpino Italiano 150 anni di storia

Volontari legge 266/91

Gli ISTRUTTORI e ACCOMPAGNATORI del Club Alpino Italiano, nonché tutti coloro che operano nel C.A.I. Svolgono una Attività Lecita, riconosciuta dallo Stato, purché svolta in modo gratuito ai soli fini associazionistici senza retribuzione altrimenti è un Abuso di Professione.

LEGGE 11 agosto 1991, n. 266
Legge-quadro sul volontariato.
(G.U. n.196 del 22 agosto 1991) Leggi tutto: Volontari legge 266/91

Responsabità dell'accompagnamento

L'unico punto fermo che abbiamo e da cui partiremo è che nel momento in cui siamo certi che si è instaurato un rapporto di accompagnamento, il soggetto che viene considerato accompagnatore è responsabile di quanto può accadere, se ha agito con colpa.
l due problemi fondamentali saranno, pertanto, scoprire

  • 1)  quando nasce il rapporto di accompagnamento e
  • 2)  quando si è in colpa.

Leggi tutto: Responsabità dell'accompagnamento