NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Cookies policy

Accesso Utenti

Top Panel
Mercoledì, 26 Luglio 2017

Da pochi giorni si è concluso il quinto stage di speleologia e chi meglio dei giovani allievi poteva descrivere meglio l'esperienza? Ecco di seguito ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
...Alessandro Gogna ha vissuto lo spirito e la pratica di entrambi questi momenti: <da che mondo è mondo ci sono stati tempi nuovi e sempre ci ...
Leggi tutto
Ero ancora in mezzo al mare per lavoro quando Gigi mi chiamò per questo nuova avventura. Croazia, la terra dei Balcani dove tra bianche spiagge ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
Cosa fare in caso di incidente in grotta, montagna, o in un semplice sentiero? Come aiutare un amico in difficoltà in attesa dell’arrivo dei ...
Leggi tutto
Lo scorso autunno una nutrita squadra di speleo si recò al Bombassei per il suo disarmo, per portare fuori i chilometri di corde che senza ...
Leggi tutto
Domenica 3 Luglio 2016 - Continuano le risalite al MilazzoRisalita al femminile la scorsa domenica all'abisso Franco Milazzo. Durante una veloce ...
Leggi tutto
Speleo Attitude alla fortezza "Firmafede" di Sarzana   23 – 24 aprile 2016. È il terzo anno che il GSLunense ha partecipato al raduno delle ...
Leggi tutto
L'Alpinismo Giovanile del CAI ospite del centro polifunzionale del Gruppo Speleologico Lunense Sabato 16 e Domenica 17 Aprile gli Accompagnatori, i ...
Leggi tutto
Prev Next

Regolamento

  • Ultima modifica: Sabato, 12 Marzo 2016 18:09
  • Visite: 2016
  • 03 Dic

GRUPPO SPELEOLOGICO LUNENSE
REGOLAMENTO INTERNO


Art. 1 - Premessa

Il presente regolamento interno integra il dettato statutario del Gruppo Speleologico Lunense.

Art. 2 - Commissioni di lavoro
All’interno del gruppo possono essere istituite commissioni di lavoro di carattere permanente o temporaneo. Alla data di approvazione del presente regolamento vengono definite le seguenti commissioni:

Biblioteca:
Raccoglie, registra, scheda per argomenti e riordina le pubblicazioni in arrivo;
Provvede a spedire le pubblicazioni di gruppo a persone o enti registrati nell'apposito indirizzario di Gruppo;
Cura il disbrigo di corrispondenza concernente la biblioteca;
Garantisce ai soci il servizio di consultazione e prestito secondo il regolamento interno:
E’ a disposizione dei lettori non soci per ogni informazione e per la consultazione dei volumi.
Custodisce il materiale didattico-culturale (supporti per conferenze e proiezioni).

Bollettino:
Coordina, raccoglie ed esamina le relazioni consegnate dai soci (entro il termine massimo stabilito dallo Statuo e dalla Commissione) per essere pubblicate sul bollettino e ne cura l'impostazione grafica;
Ha l’obbligo di restituire agli autori per una revisione critica ciò che non ritiene adeguato nella forma o nella sostanza;
Ha altresì facoltà di esigere dagli autori entro il termine massimo stabilito schizzi, disegni e rilievi ritenuti necessari, provvedendovi altrimenti d'ufficio;

Cavità artificiali:
Cura ed organizza l’attività in cavità artificiali.

Magazzino:
Custodisce il materiale di Gruppo, suddiviso in diversi settori: tecnico-esplorativo, tecnico-scientifico, tecnico-didattico (attrezzature per allievi dei Corsi). Ne garantisce il prestito secondo quanto stabilito dai regolamenti interni.
Cura l’archivio del magazzino ed i registri dei prestiti.

Multimediale:
Si occupa della realizzazione dei prodotti multimediali (fotografie e filmati) in supporto alle attività del Gruppo;
Custodisce l’attrezzatura multimediale di Gruppo (videocamere, macchine fotografiche e supporti di archiviazione del materiale multimediale prodotto);
Ne garantisce ai soci il prestito secondo quanto stabilito dai regolamenti interni.

Divulgazione:
Si occupa della divulgazione delle notizie tramite le bacheche sociali (interna ed esterna), bollettino, siti internet, mailing list, contatto con i media, organizzazione della festa del Gruppo, ecc..

Torrentismo:
Cura ed organizza l’attività in torrente, forre ecc..

Scuola di Speleologia:
Cura l'organizzazione dei Corsi di Speleologia, secondo il regolamento della Commissione Nazionale Scuole di Speleologia CAI;
Organizza e coordina pure attività didattiche diverse, quali corsi teorici e informativi, lezioni, conferenze, proiezioni, escursioni e visite guidate, ecc..
La Commissione Scuola è costituita dagli Istruttori di speleologia, che si avvalgono degli Istruttori Sezionali di Speleologia, che siano in regola con gli aggiornamenti previsti per il mantenimento del titolo.

Ad ogni Commissione fa capo a uno o più referenti e svolge un’attività tecnica differenziata, ma in stretta collaborazione con il Consiglio Direttivo e con le altre Commissioni per l'attuazione dei programmi del Gruppo.
Il numero e i nominativi dei referenti di ogni singola Commissione sono definiti nel corso dell'Assemblea Ordinaria.
L'Assemblea dei Soci può deliberare l'istituzione di ulteriori Commissioni di Lavoro da inserire nel presente regolamento o commissioni di Lavoro temporaneo per lo svolgimento di attività particolari che necessitano del coinvolgimento formale di più soci.
Il funzionamento delle varie Commissioni è definito, oltre che dal presente articolo, da appositi regolamenti interni approntati dalle singole commissioni ed approvati dal Consiglio Direttivo.

Art. 3 - Gestione ed uso dei materiali sociali
Il prelievo dell’attrezzatura può essere effettuato dai Soci solo a titolo personale. Chi effettua il prelievo è responsabile della restituzione dell’attrezzatura.
Possono prelevare attrezzatura soltanto i Soci del G.S. Lunense: eventuali terze parti potranno usufruire del detto materiale limitatamente alle attività svolte con i Soci Ordinari del Gruppo. Il prelievo effettuato a tale titolo dovrà essere controfirmato da almeno un Socio Effettivo il quale si farà garante del corretto utilizzo e della restituzione del materiale stesso.
Il Socio, di concerto con il magazziniere, dovrà provvedere a segnare sull’apposito registro presente in magazzino le generalità di chi effettua il prelievo, la data, l’attrezzatura prelevata ed il relativo luogo di impiego;
Chi preleva attrezzatura è tenuto a riconsegnarla entro e non oltre 7 giorni dal momento del prelievo salvo differenti accordi presi; l’attrezzatura deve essere pulita e in ordine.  Il Magazziniere deve verificare la rispondenza del reso e apporre sull’apposito registro la firma con la data di riconsegna, mancando la quale il socio prelevante continua ad essere responsabile del materiale prelevato.
Il Magazziniere non accetterà la restituzione di materiale sporco o in disordine.
La riconsegna di materiali utilizzati per l’armo in grotte in esplorazione viene prorogata fino al termine dei lavori, stabilito dal Consiglio Direttivo; eventuali altri casi di proroga sono ammessi solo eccezionalmente e per motivi più che validi e dovranno comunque essere vagliati dal Consiglio Direttivo.
Il prelievo delle attrezzature didattiche (caschi, imbraghi, impianti, discensori, maniglie, croll, ecc..) è a pagamento. Il prelevamento del suddetto materiale può essere fatto solo previo pagamento delle quote qui prestabilite, salvo diversa indicazione del Consiglio Direttivo:

  • Tutta l’attrezzatura  € 10.00 a settimana ad esclusione delle batterie
  • Casco: €2.00
  • Casco con impianto a led: € 5.00
  • Discensore: € 2.00
  • Maniglia: € 2.00
  • Croll: € 2.00

Per il ritiro delle attrezzature a noleggio è necessaria la presenza del Magazziniere o di un suo delegato che ritirerà le quote di noleggio. I soldi saranno girati al Tesoriere.
Durante le regolari uscite dei corsi di speleologia promossi dal G.S.Lunense gli iscritti ai corsi potranno fruire di tutte le attrezzature suddette previo pagamento della quota d’iscrizione al corso stesso e versamento di cauzione per l’utilizzo delle attrezzature. I corsisti sono responsabili delle attrezzature assegnate.
I Soci devono segnalare al Magazziniere eventuali deterioramenti individuati e/o causati.
Il Magazziniere è tenuto a controllare lo stato del materiale e a porre immediatamente in disuso il materiale deteriorato, e scaduto informandone il Consiglio Direttivo.
I Soci prelevanti devono comunque verificare sempre lo stato del materiale prelevato prima di utilizzarlo, in quanto, a norma dello Statuto Sociale spetta agli utenti l'accertamento dei limiti di sicurezza degli attrezzi del G.S.Lunense che prendono in uso.
Le attrezzature danneggiate o smarrite vanno reintegrate, a spesa e a cura del singolo responsabile del prelievo.
I Soci devono essere messi in condizione di poter consultare l’elenco aggiornato di tutte le attrezzature contenute tanto del Magazzino che delle eventuali attrezzature depositate in grotte in corso di esplorazione.

I Soci non in regola con le quote non sono abilitati al ritiro del materiale del gruppo.
Il Magazziniere esporrà inoltre in sede l’elenco aggiornato delle attrezzature temporaneamente non disponibili in Magazzino (comprensivo dei nominativi dei Soci che le hanno in deposito e della data in cui sono state ritirate dal Magazzino).

Art. 4 doveri e diritti dei membri del gruppo:

Fatto salvo quanto previsto dallo Statuto è dovere dei soci operare tra loro in stretta collaborazione, seguendo i programmi di attività generale del gruppo, depositare di volta in volta nell’Archivio Sociale e nelle collezioni dell’Associazione i dati ed i materiali raccolti e le relazioni degli studi portati a compimento nell’ambito e con i mezzi del gruppo.
I soci che conducano attività speleologica o ricerche settoriali al di fuori del gruppo non possono giovarsi, di norma, dei materiali e dei servizi del G.S. Lunense salvo esserne individualmente e di volta in volta espressamente autorizzati dal Consiglio Direttivo, che informerà tutti gli altri soci a mezzo mailing list.
In ogni caso i risultati raggiunti e la documentazione raccolta da parte di un socio rimarranno patrimonio comune dell’Associazione.
I soci sono tenuti, al fine di mantenere memoria storica delle attività svolte, a produrre relazione scritta delle attività svolte, a tal fine dovranno essere utilizzati i modelli predisposti a tale scopo dalla commissione Divulgazione.