NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Cookies policy

Accesso Utenti

Top Panel
Martedì, 26 Settembre 2017

Da pochi giorni si è concluso il quinto stage di speleologia e chi meglio dei giovani allievi poteva descrivere meglio l'esperienza? Ecco di seguito ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
...Alessandro Gogna ha vissuto lo spirito e la pratica di entrambi questi momenti: <da che mondo è mondo ci sono stati tempi nuovi e sempre ci ...
Leggi tutto
Ero ancora in mezzo al mare per lavoro quando Gigi mi chiamò per questo nuova avventura. Croazia, la terra dei Balcani dove tra bianche spiagge ...
Leggi tutto
Il Gruppo Speleologico Lunense organizza sotto l'egida della Scuona Nazionale di Speleologia CAI il quarto stage di avvicinamento alla speleologia, ...
Leggi tutto
Cosa fare in caso di incidente in grotta, montagna, o in un semplice sentiero? Come aiutare un amico in difficoltà in attesa dell’arrivo dei ...
Leggi tutto
Lo scorso autunno una nutrita squadra di speleo si recò al Bombassei per il suo disarmo, per portare fuori i chilometri di corde che senza ...
Leggi tutto
Domenica 3 Luglio 2016 - Continuano le risalite al MilazzoRisalita al femminile la scorsa domenica all'abisso Franco Milazzo. Durante una veloce ...
Leggi tutto
Speleo Attitude alla fortezza "Firmafede" di Sarzana   23 – 24 aprile 2016. È il terzo anno che il GSLunense ha partecipato al raduno delle ...
Leggi tutto
L'Alpinismo Giovanile del CAI ospite del centro polifunzionale del Gruppo Speleologico Lunense Sabato 16 e Domenica 17 Aprile gli Accompagnatori, i ...
Leggi tutto
Prev Next

Statuto

  • Categoria principale: ROOT
  • Pubblicato: Lunedì, 03 Dicembre 2012 07:32
  • Visite: 3277
  • 03 Dic

GRUPPO SPELEOLOGICO LUNENSE
STATUTO


Il Gruppo Speleologico Lunense, viene fondato nel 1951 dai Prof.ri Augusto C. Ambrosi e Romolo Formentini come gruppo di lavoro all'interno dell'Accademia Capellini.
Così viene riportato nelle memorie :
"Si è costituito alla Spezia, fra i soci dell' Accademia Lunigianese di Scienze, Lettere ed Arti "Giovanni Capellini" un comitato promotore per la creazione di un "Gruppo Lunigianese di ricerche speleologiche, archeologiche e naturalistiche". Lo scopo dell'iniziativa è quello di riunire in un unico organismo, che consenta una attività improntata ad unità di intenti e di metodi, coloro che alla ricerca scientifica pratica, nel campo preistorico e naturalistico, si dedicano per passione di studiosi o anche per nobile diletto; ma è pure intendimento del comitato promotore di adoperarsi in ogni modo per difendere, specialmente tra i giovani, l'interesse per un'attività che oltre alla soddisfazione dei risultati ottenuti, dona anche più volte ai suoi cultori il piacere di un'ardita impresa sportiva. Il "Gruppo Speleologico Lunense", che, come sezione del " Club Alpino Italiano" della Spezia, ha già svolto per più di un anno una proficua attività nel più ristretto campo dello studio delle assai numerose cavità della nostra regione, formerà il nucleo attorno al quale si potrà costruire questo più completo organismo, al quale la nostra Accademia promette tutto il suo appoggio ed incoraggiamento, con l'augurio della piena riuscita di si meritevole iniziativa. E per mostrare concretamente la sua simpatia, l'Accademia mette a disposizione del costituendo "Gruppo" alcune pagine delle sue "Memorie" per ospitare le brevi comunicazioni scientifiche relative all'attività di ricerca svolta dai membri dello stesso."

ART. 1
COSTITUZIONE SEDE E DENOMINAZIONE:

È costituita, ai sensi delle disposizioni vigenti, l'Associazione denominata “Gruppo Speleologico Lunense” con sede in La Spezia.
L’Associazione è regolata dalla normativa di cui al Codice Civile, dal D.Lgs. n. 460 del 4 dicembre 1997, nonché dal presente Statuto; non ha fini di lucro e gli eventuali utili devono essere destinati alla realizzazione delle finalità istituzionali di cui all’art. 2.

ART. 2
SCOPI:

Il Gruppo Speleologico Lunense è una libera associazione tra privati, che si propone l'esplorazione e lo studio delle grotte e delle aree carsiche, del fenomeno carsico epigeo ed ipogeo, ed altre attività speleologiche di ricerca in senso lato, con particolare, ma non limitativo, riferimento al comprensorio Ligure-Toscano e all’area della Provincia della Spezia.
Per il raggiungimento dello scopo il Gruppo provvederà:

  • ad organizzare corsi di speleologia: i corsi organizzati hanno lo scopo di fornire un'ampia visione delle discipline collegate alla speleologia ed una sufficiente base tecnica per garantire una sicura ed efficiente progressione in grotta. Gli argomenti trattati, a carattere scientifico culturale, sono finalizzati a dare una visione dell'ambiente ipogeo e delle aree carsiche, nonché della vulnerabilità ambientale;
  • a organizzare corsi vari (di interesse all’ambito speleologico e discipline ad esso collegate) esplorazioni, speleogite, spedizioni, campi speleologici, torrentismo ecc.; imprese e studi a carattere scientifico, culturale e artistico, che abbiano attinenza con la speleologia;
  • a promuovere e organizzare conferenze, mostre e/o attività simili;
  • a organizzare riunioni di soci, e di chi ne faccia richiesta;
  • a mantenere e custodire una biblioteca di pubblicazioni e di rilievi e una fototeca, ambedue inerenti alla speleologia, a disposizione dei soci del GSLunense;
  • a intrattenere, inoltre, rapporti di collaborazione con le Associazioni Speleologiche Nazionali C.A.I., S.S.I., e con tutti gli Enti Pubblici e/o Privati che a qualsiasi titolo possano avere attinenza con l’attività speleologica.
  • a divulgare i risultati delle ricerche effettuate attraverso pubblicazioni (inserire ‘strumenti in formato elettronico’, ‘siti web’, ecc..) specializzate del settore e mediante la partecipazione e l'organizzazione di manifestazioni scientifiche (Tavole Rotonde, Convegni, Congressi, ecc.).

Per l'attuazione dei propri programmi, previa delibera del Consiglio Direttivo e dell'Assemblea dei Soci, il GSLunense può avvalersi della collaborazione di altre Associazioni Speleologiche, Istituzioni Scientifiche e Universitarie oltre che di singoli studiosi.

ART. 3
I SOCI:

L'iscrizione al gruppo è aperta a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividano lo spirito e gli ideali.
L'adesione all'Associazione è volontaria ed avviene secondo le modalità di cui al successivo art. 4.
I soci si dividono in:

  • Soci Ordinari: si considerano tali tutti i soci che aderiranno successivamente all’Associazione, sia maggiorenni sia minorenni, previa autorizzazione scritta dell’esercente la patria potestà;
  • Soci Onorari: si considerano tali coloro che vengono insigniti di tale qualifica, per volontà dell’Assemblea, perché hanno contribuito in maniera determinante, con la loro opera o il loro sostegno ideale od economico, alla vita dell’Associazione, o per particolari meriti esplorativi, scientifici e culturali;
  • Soci Sostenitori: si considerano tali coloro che,  non svolgendo attività speleologica, sostengono le attività del gruppo a vario titolo. Possono partecipare alle Assemblee con diritto di parola ma non di voto. Non possono ricoprire cariche sociali.

Hanno diritto al voto in sede Assembleare, e possono essere eletti alle cariche sociali dopo un anno solare dall’iscrizione, i Soci Ordinari in regola con il pagamento di una quota annuale fissata dall’Assemblea.

ART. 4
MODALITÀ DI AMMISSIONE DEI SOCI:

L’iscrizione a socio ordinario o sostenitore avviene a seguito di domanda scritta dell’aspirante socio che abbia compiuto 15 anni d'età, previa autorizzazione scritta dell’esercente la patria potestà. Questa deve essere compilata su modulo predisposto dall’Assemblea Ordinaria e corredata di eventuale Curriculum Vitae; deve comprendere l’esplicita accettazione del presente Statuto. L’iscrizione, accolta all’atto della domanda in via provvisoria e senza diritto al voto in sede assembleare, è ratificata in via definitiva e a proprio insindacabile giudizio di idoneità dal Consiglio Direttivo e deve essere comunicata per iscritto al candidato così come la notifica di mancata accettazione.


ART. 5
PERDITA DELLA QUALIFICA DI SOCIO:

La qualità di socio si perde, per recesso, esclusione, decadenza o decesso.
1. Il recesso da parte dei soci deve essere comunicato, in forma scritta, all'Associazione almeno tre mesi prima dello scadere dell'anno in corso (vedi art. 24/2 c.c.).
2. L'esclusione dei soci è deliberata dall'Assemblea:

  • · Per comportamento contrastante con gli scopi dell'Associazione;
  • · Per persistenti violazioni degli obblighi statutari e regolamentari;
  • · Quando, in qualunque modo, siano stati arrecati danni morali o materiali all’Associazione;
  • · Per altro grave motivo... vedi art. 24/3 c.c..

3. Il socio decade automaticamente in caso di mancato versamento della quota associativa per oltre 12 mesi, dalla data ultima utile per i pagamento dell’anno in corso (31 marzo). Prima di procedere all'esclusione, al socio devono essere contestati per iscritto gli addebiti che allo stesso vengono mossi, consentendo facoltà di replica, tranne che per l’ipotesi di decadenza per morosità per la quale l’esclusione si perfeziona automaticamente con il decorrere del termine previsto per il pagamento.
Il socio receduto o escluso non ha diritto alla restituzione delle quote associative versate (vedi art. 24/4 c.c.).

ART 6
DOVERI E DIRITTI DEI MEMBRI DEL GRUPPO:

È dovere di ogni membro del Gruppo:

  • · Il pagamento della quota annuale, fissata dal Consiglio Direttivo, deve essere regolata in concomitanza con l’Assemblea dei Soci di fine anno, e comunque non oltre la fine del mese di marzo dell’anno successivo.
  • · Portare a conoscenza del Gruppo, la propria attività speleologica personale in programma, concordandola con quella degli altri soci qualora abbia attinenza con analoghi programmi decisi dal Consiglio Direttivo o dall'Assemblea dei Soci.
  • · Portare tempestivamente a conoscenza del Gruppo l'attività speleologica già svolta (compilando una scheda dell'attività svolta, da consegnare settimanalmente o mensilmente).
  • · Partecipare alle Assemblee e ai vari incontri programmatici...


È diritto di ogni Membro del Gruppo:
· Partecipare a tutte le attività programmate dal Gruppo o dai suoi Soci, secondo le proprie attitudini e capacità tecniche.
· Essere tenuto informato dell'attività in programma (tramite la lavagna, la bacheca interna, il sito internet ufficiale del Gruppo, le mailing list - GSLGroup  - o eventuali comunicati periodici di Segreteria) e di quella già svolta (tramite le schede di attività).
· Usufruire dei prestiti bibliotecari e di magazzino.
· Ricevere la password per accedere all’area riservata del sito internet ufficiale del Gruppo.
· Stipulare le polizze assicurative di cui gode il Gruppo.
· Rifiutarsi di prendere parte ad operazioni che egli giudichi rischiose per sé o per le eventuali cose di sua proprietà.

ART. 7
ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE:

Sono Organi dell'Associazione:
1) Assemblea dei soci
2) Consiglio direttivo

ART. 8
ASSEMBLEA DEI SOCI:

L'Assemblea del GSLunense ha il compito di prendere le decisioni per la vita del Gruppo: è composta da tutti i soci ed è l'organo sovrano dell'Associazione. L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione. Ogni socio potrà farsi rappresentare in Assemblea da un altro socio con delega scritta. Ogni socio non potrà ricevere più di due deleghe.
Le deliberazioni dell'Assemblea sono prese dai Soci Ordinari, che hanno diritto al voto.
I Soci sostenitori e Onorari fanno parte dell'Assemblea: possono esprimere la loro opinione riguardo ai problemi concernenti il GSLunense., ma non hanno diritto al voto. Nell'ambito dell'Assemblea hanno pertanto solo funzione consultiva.

ART. 9
CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA:

L'Assemblea si riunisce in seduta ordinaria, su convocazione del Consiglio Direttivo o del Presidente, almeno una volta all'anno nel periodo di marzo per l’approvazione del Bilancio e ogni qualvolta lo stesso Presidente, o il Consiglio Direttivo, o almeno un decimo degli associati ne ravvisino l'opportunità (vedi art. 20 c.c.).

L'Assemblea Ordinaria indirizza tutta la vita dell'Associazione ed in particolare:
1) Approva i bilanci consuntivo e preventivo;
2) Elegge il Presidente e i componenti del Consiglio Direttivo,
3) Stabilisce l’ammontare della quota sociale;
4) Propone, discute ed approva il programma annuale dell’Associazione in cui si definiscono i principali impegni dell’Associazione (quali la realizzazione del corso di Introduzione alla Speleologia, con riferimento al periodo di realizzazione, oltre alle altre eventuali proposte: didattica nelle scuole, corsi di torrentismo, gite speleologiche sociali, attività esplorative da mettere in programma, pubblicazioni da realizzare, ecc..);
5) Delibera gli eventuali regolamenti interni e le sue variazioni;
6) Delibera l'esclusione dei soci;
7) Delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale, che il Consiglio Direttivo riterrà di sottoporle.

L'Assemblea straordinaria, delibera:
1) Sulle modifiche dell'Atto Costitutivo e dello Statuto;
2) Sullo scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del suo patrimonio.
Sia l'Assemblea Ordinaria che quella Straordinaria sono presiedute dal Presidente o in sua assenza da un componente del Consiglio Direttivo.
Le convocazioni sono effettuate dalla Segreteria, mediante avviso scritto, almeno 21 giorni prima della data della riunione, in cui è indicato: ordine del giorno, luogo, data e orario della prima e della eventuale seconda convocazione. La comunicazione deve essere consegnata ai singoli tramite posta elettronica o qualsiasi altro mezzo, purchè ciò consenta al CD di disporre di un documento che attesti l’avvenuto invio all’interessato. Per le Assemblee Straordinarie, la Segreteria è invece tenuta a dare avviso individuale a tutti i membri con 15 giorni di anticipo, specificando l'ordine del giorno, la data e l’ora della prima e della seconda convocazione; essa comunque dovrà avere luogo entro 30 giorni dalla data di richiesta.
In difetto di convocazione formale o di mancato rispetto dei termini di preavviso, saranno ugualmente valide le adunanze cui partecipano di persona, o per delega, tutti i soci.

ART. 10
VALIDITÀ DELL’ASSEMBLEA:

L'Assemblea è validamente costituita in prima convocazione quando sia presente o rappresentata almeno il 50% più 1 dei soci avente diritto di voto.
In seconda convocazione l'Assemblea è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti o rappresentati (vedi art. 21/1 c.c.) sempre con diritto di voto.

ART. 11
CONSIGLIO DIRETTIVO:

Il Consiglio direttivo è l’organo di amministrazione e di direzione dell’Associazione.
Esso è formato da minimo 5 membri consiglieri, nominati dall’Assemblea dei soci fra i soci medesimi.
I membri del Consiglio Direttivo rimangono in carica 3 anni e sono rieleggibili.
Possono fare parte del Consiglio esclusivamente i soci maggiorenni.
Provvede all’ordinaria gestione dell’attività sociale negli stretti limiti fissati dalle delibere assembleari. Nel caso una delle cariche sociali si rendesse vacante (fatta esclusione della Presidenza) il Consiglio Direttivo provvederà ad affidare ad un Socio Ordinario, scelto dallo stesso Consiglio Direttivo, le relative funzioni provvisorie fino a scadenza del mandato. In caso di temporanea indisponibilità del Presidente, il Consiglio Direttivo nominerà nel suo ambito, fino a rientro o a scadenza del mandato, un Vicepresidente con piene funzioni e prerogative presidenziali.
Al Consiglio Direttivo sono attribuite le seguenti funzioni:
1) Curare l'esecuzione delle deliberazioni dell'Assemblea;
2) Curare l’organizzazione di tutte le attività del GSLunense;
3) Curare l’osservanza delle prescrizioni statutarie e degli eventuali regolamenti;
4) Predisporre gli eventuali Regolamenti che di volta in volta si rendano necessari, facendoli approvare dall’Assemblea dei Soci;
5) Predisporre il bilancio preventivo e consuntivo;
6) Provvedere agli affari di ordinaria amministrazione che non siano di competenza dell'Assemblea dei soci.
Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente o in caso di sua assenza, da un componente del Consiglio.
Il Consiglio Direttivo è convocato di regola ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno o almeno il 50% più 1 consiglieri ne facciano richiesta. Assume le proprie deliberazioni con la presenza della maggioranza dei suoi membri ed il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti: in caso di parità prevale il voto del Presidente.
Le convocazioni devono essere effettuate mediante avviso su mailing list, da recapitarsi almeno 7 giorni prima della data della riunione, contenente ordine del giorno, luogo, data ed orario della seduta. In difetto di convocazione formale o di mancato rispetto dei termini di preavviso, saranno ugualmente valide le riunioni cui partecipano tutti i membri del Consiglio Direttivo.
I verbali di ogni adunanza del Consiglio, redatti a cura del Segretario e sottoscritti dallo stesso e da chi ha presieduto la riunione, vengono inviati a tutti i soci a mezzo mailing list e conservati agli atti.
Il Consiglio Direttivo può attribuire, ad uno o più dei suoi membri, il potere di compiere determinati atti, o categorie di atti, in nome e per conto del GSLunense.
Il CD decade quando la metà più 1 dei consiglieri rassegni le dimissioni o la metà più 1 dei Soci aventi diritto al voto ne richieda lo scioglimento. In entrambi i casi dovrà essere convocata entro 1 mese un’Assemblea Generale Straordinaria, per procedere a nuove elezioni. Valgono le stesse regole di convocazione dell’Assemblea Straordinaria.

ART. 12
IL PRESIDENTE:

Il Presidente, eletto dall'assemblea rimane in carica per 3 anni, rappresenta il GSLunense, convoca l’Assemblea Generale, coordina l’attività del Consiglio Direttivo ed assume provvedimenti d’urgenza, da sottoporre alla ratifica dell’Assemblea Generale. Convoca e presiede le sedute dei Consiglio Direttivo, firma le lettere di rappresentanza, i bilanci, i mandati di pagamento e le quietanze. E’ addetto alle pubbliche relazioni. In caso di sua assenza o impedimento le sue funzioni spettano al membro del consiglio direttivo nominato dal consiglio stesso in sua reggenza.

ART. 13
SEGRETARIO:

Il Segretario, nominato dal Consiglio, redige i verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo e delle Assemblee, provvede al disbrigo delle varie pratiche di segreteria, comprendenti anche la convocazione delle Assemblee dei Soci, tiene la corrispondenza, e conserva gli atti.

ART. 14
TESORIERE:

Il Tesoriere, nominato dal Consiglio all’interno del Consiglio stesso, tiene i libri di amministrazione, prepara il bilancio consuntivo/preventivo, conserva i valori del gruppo, riscuote e paga i mandati firmati dal Presidente.

ART. 15
MAGAZZINIERE:

Il Magazziniere custodisce tutta l’attrezzatura di proprietà o in dotazione al gruppo stesso.
Ispeziona il buon funzionamento dell’attrezzatura, ne denuncia la mancanza e/o la necessità di sostituirlo al Consiglio Direttivo, cura un inventario del materiale, annota il movimento del materiale medesimo.
Il Tesoriere ed il Magazziniere assumono congiuntamente l’incarico di Addetti al Patrimonio, provvedendo al costante aggiornamento del relativo registro e inventario.

ART. 16
LE COMMISSIONI DI LAVORO:

Nel Gruppo possono essere istituite delle Commissioni di Lavoro meglio definite da  Regolamento interno.
Ogni Commissione fa capo a uno o più referenti e svolge un’attività tecnica differenziata, ma in stretta collaborazione con il Consiglio Direttivo e con le altre Commissioni per l'attuazione dei programmi del Gruppo.
Il numero e i nominativi dei referenti di ogni singola Commissione sono definiti nel corso dell'Assemblea di Fine Anno.
L'Assemblea dei Soci può deliberare l'istituzione di ulteriori Commissioni di Lavoro (della durata di un anno) qualora se ne presenti l'esigenza.
Il funzionamento delle varie Commissioni è definito, oltre che dal presente articolo, da appositi regolamenti interni approntati dal Consiglio Direttivo e approvati dall'Assemblea dei Soci.

ART. 17
ARCHIVIO SOCIALE:

A fini di doverosa e congrua memoria storica è istituito l’Archivio Sociale, da aggiornarsi a cura del  Consiglio Direttivo, il quale comprende:
1) Registro generale dell’Archivio Sociale.
2) Originale dello Statuto.
3) Registri dei Verbali delle Assemblee Ordinarie e Straordinarie e documenti allegati.
4) Registri dei Verbali del Consiglio Direttivo a partire dall’approvazione del presente Statuto.
5) Registro inventario dei Beni Mobili ed Immobili.
6) Registri Contabili e documentazione allegata.
7) Registro dei Soci Ordinari, Sostenitori e Onorari e documentazione allegata.
8) Raccolta della corrispondenza e registri relativi.
9) Raccolta documentazioni diverse relative alle attività dell’Associazione.

ART. 18
FINANZE DEL GRUPPO:

Il patrimonio dell’Associazione è costituito in primis dalle quote associative. Fermi restando i dettati dell’Art. 17 del Codice Civile, il Gruppo può possedere, oltre ad un fondo finanziario, beni mobili ed immobili provenienti da acquisti e donazioni.
L'esercizio finanziario del GSLunense inizia il primo gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Nel corso dell'Assemblea viene presentato, discusso e approvato il "Bilancio Consuntivo", diviso in Capitoli di Spesa e aggiornato alla data dell'Assemblea.
Tutti i fondi vanno affidati al Tesoriere che tiene la contabilità complessiva, divisa in capitoli a seconda delle voci di spesa principali, e ne dà conto al Consiglio Direttivo.
L'amministrazione generale dei fondi del Gruppo è affidata al Consiglio Direttivo.

ART. 19
BIBLIOTECA E MAGAZZINO DI GRUPPO:

Il GSLunense detiene in uso esclusivo un proprio patrimonio cartografico-librario e di attrezzature necessarie per svolgere la propria attività esplorativa, scientifica e didattica.
Esso è affidato ai responsabili che ne curano la conservazione e l’eventuale prestito (controllandone poi in tal caso la successiva restituzione); a fine anno ne redigono un inventario, giustificando gli eventuali ammanchi.
Le attrezzature possono essere usate solo per scopi di esplorazione, di didattica, di allenamento, di studio, di soccorso.
Esse vengono concesse a tutti i Soci e ai non Soci per tutte le attività organizzate e svolte dal Gruppo. I soci, o non Soci, fruitori di dette attrezzature, rispondono di fronte al Gruppo del corretto utilizzo, della diligente conservazione e della pronta restituzione di esse.
Gli attrezzi non sicuri vanno eliminati; spetta ai soci fruitori l'accertamento dei limiti di sicurezza degli attrezzi del GSLunense che prendono in uso.
Spetta agli utenti la segnalazione e non l'eliminazione degli attrezzi non sicuri, che va invece decisa dalla Commissione competente congiuntamente con il Consiglio Direttivo.

ART. 20
SCIOGLIMENTO DEL GSLUNENSE:

Fermi restando i disposti degli Art. 27, 29, 30 e 31 del Codice Civile, la durata dell’Associazione è dichiarata illimitata.
Lo scioglimento del Gruppo Speleologico Lunense può essere deliberato dall'Assemblea solo con voto e parere unanime dei Soci. In caso di scioglimento per qualunque causa, l'Associazione devolve il suo patrimonio ad altre organizzazioni con finalità identiche o analoghe (vedi art. 31 c.c.).

ART. 21
MODIFICHE STATUTARIE:

Il presente Statuto Sociale-Regolamento, che annulla tutti i precedenti, è stato approvato dall’Assemblea dei Soci del Gruppo Speleologico Lunense, in data 30 novembre 2012.
Future modifiche avranno valore e vigore solo se approvate dalla maggioranza giustificata dei Soci del Gruppo.
Segue regolamento.

VOTATO  IN SECONDA CONVOCAZIONE ED APPROVATO A MAGGIORANZA  dai presenti all’assemblea in data 30/11/2012